L’arte, in ogni sua manifestazione, è l’espressione più alta della creatività e della fantasia umana.

In origine la parola arte significava capacità di svolgere un lavoro materiale (dalla radice ariana “ar-“ che in sanscrito significa “andare verso”, e in senso traslato, produrre, adattare, fare – il concetto e la sua funzione sono cambiati notevolmente nel corso della storia.

L’arte dell’epoca preistorica ruotava attorno alla spiritualità e ritualità del gesto, in quanto strumento utile all’uomo per controllare la natura e il mondo che lo circondava, così come nella successiva arte egizia, la funzione spirituale e religiosa è preponderante: ricordiamo, ad esempio, i famosi affreschi presenti all’interno delle piramidi con raffigurazioni degli dei.

È nella civiltà minoica, e successivamente in quella micenea, che ritroviamo le caratteristiche dell’arte classica greca. Le famose architetture degli edifici cretesi avevano funzione essenzialmente commerciale e con l’avvento della civiltà micenea l’arte si trasforma in una pregiata attività di artigianato che alimenterà successivamente il commercio greco.

L’arte greca

Considerata da sempre “l’arte per eccellenza”, l’arte greca è caratterizzata dalla ricerca della perfezione con particolare attenzione per le armonie, le proporzioni, gli equilibri.

In questo periodo si hanno i primi tentativi di definizione del concetto di arte e di bello, grazie all’affermarsi del pensiero filosofico dei più grandi pensatori come Platone e Aristotele.

Gli artisti sono maggiormente liberi di esprimersi e sperimentare poiché inizia ad attenuarsi il fenomeno del lavoro su commissione.

Durante il periodo del Rinascimento, artisti come Michelangelo e Raffaello, dedicano gran parte del proprio tempo allo studio dell’arte greca. La visione di quell’epoca esalta il mondo greco – romano, condannando il Medioevo come un periodo d’inciviltà e barbarie. Non si può non considerare però l’importanza di tali influenze soprattutto come punto di partenza per le numerosi correnti e tendenze artistiche dei secoli successivi.

Ad esempio, durante l’Illuminismo, le influenze furono vennero riprese e adattate alla necessità del momento storico, permettendo la nascita di movimenti caratterizzati da forte impegno civile, di cui Voltaire e Parini ne sono esponenti di rilievo.

L’arte oggi

L’arte è il prodotto dell’espressione umana. Nella storia dell’uomo, è stata utilizzata come documentazione e manifestazione della vita in un circoscritto periodo storico.

Nell’arte antica, l’enfasi si basa sulla storia influenzata dalla diverse culture della sua origine. Nell’arte moderna, invece, l’artista intende mettere in discussione e abbandonare i canoni e le tecniche tradizionali. Si dà spazio alla sperimentazione, alle nuove prospettive, alle nuove idee sul mondo. Questo è reso possibile grazie anche all’ausilio di nuove tecniche quali, ad esempio, la fotografia e il cinema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *